null

«Una splendida vetrina: l’obiettivo è la top 12»

ARGENTO 21 apr 2022
Federico Bontempi (Chiari) Federico Bontempi (Chiari)

Una Pasqua da re: Federico Bontempi si gode la doppia soddisfazione di essere il più apprezzato della settimana (5445 voti più i 300 punti bonus), sia il raggiungimento della vetta parziale nella corsa al Pallone d’Argento, dove ora comanda con 8814 punti. Alla prima apparizione assoluta nella Trilogia di Bresciaoggi un risultato che ha del sensazionale: «L'inserimento nell'iniziativa è la soddisfazione maggiore – assicura l’ala classe ‘96 del Chiari –. Ci speravo a inizio stagione, è una vetrina splendida: il prossimo obiettivo è quello di arrivare nei 12». Un risultato individuale che conforta il morale e va a cozzare con la stagione altalenante del club nerazzurro di Prima: «Gli obiettivi erano chiaramente altri - ammette con sincerità Bontempi -: siamo dove meritiamo di essere, purtroppo. A questo punto dobbiamo salvarci il prima possibile: nelle ultime 2 partite sono arrivati 6 punti, è necessario proseguire su questa strada». A livello individuale, al di là della candidatura al Pallone d’Argento, Bontempi è invece soddisfatto di quanto messo in campo: «Sto trovando continuità - prosegue il talento offensivo cresciuto nel Brescia -: ho segnato 6 gol e ho messo a referto altrettanti assist. Il gruppo è unito, tra una cosa e l’altra giochiamo insieme da parecchi anni, perché tanti compagni sono gli stessi di qualche stagione fa a Montorfano. L’arrivo del nuovo allenatore Davide Onorini ci ha dato molto: la salvezza è alla portata». Un’ambizione a breve termine e una a più lungo raggio: «Sarò ripetitivo, ma punto alla salvezza - ribadisce Bontempi con convinzione -: voglio conservare la Prima col Chiari e le prossime giornate, a partire dalla sfida col Roncadelle, saranno decisive. In futuro mi piacerebbe tornare in Eccellenza: l’ho vissuta soltanto da “quota”, mi piacerebbe ritrovarla da calciatore maturo». Non è un caso che la candidatura al Pallone d’Argento sia arrivata proprio in questa stagione, quella della definitiva esplosione: «Ho accanto a me calciatori esperti, dai Dalola a Bellotti - ringrazia il contesto Bontempi -: ti aiutano a guardare le cose da una prospettiva diversa. Siamo stati un po’ sfortunati quest’anno, abbiamo perso tanti punti nei finali di gara: è arrivato il momento di chiudere in crescendo». La salvezza col Chiari e poi la top 12 argentata: Federico Bontempi ha le idee chiare su come incorniciare la sua primavera. M.L. © RIPRODUZIONE RISERVATA