null

«Una grande emozione Ora punto a migliorare»

ARGENTO 01 giu 2022
Nicola Rolfi (San Pancrazio) Nicola Rolfi (San Pancrazio)

Una settimana da incorniciare: spesso bisognerebbe accontentarsi di un motivo per sorridere, buon per Nicola Rolfi che ne abbia accumulati parecchi negli ultimi giorni. Partendo dall’ultimo in ordine cronologico: l’attaccante classe ‘99 del San Pancrazio è risultato il più apprezzato dai lettori nel Pallone d’Argento dal 24 al 30 maggio. Per lui bonus da 300 punti e palcoscenico odierno dell’iniziativa di Bresciaoggi. «Per me è sempre bellissimo - assicura -, anche perché poi subentrerà il voto dei direttori sportivi e dei giornalisti, se non erro. Tutta gente che sta nei centri sportivi e che conosce l’ambiente». Giovane sì, ma con un curriculum in cui figurano già percorsi importanti nel premio di mezzo, quello che va a lodare i calciatori di Promozione e Prima Categoria: nono nel 2018/2019 e quinto l’anno successivo, in entrambe le circostanze con indosso la casacca della società del suo paese, l’Unitas Coccaglio. Momenti che non sfioriscono e restano indelebili nell’animo. «Guarda, vado a prendere le coppe, le ho in salotto - Rolfi si allontana dalla cornetta giusto qualche secondo -. Quinto e nono, due bei risultati. Si punta sempre a migliorare però: speriamo nel podio». Si torna per un attimo alle soddisfazioni settimanali del diretto interessato: domenica scorsa il San Pancrazio, vincendo a domicilio il play-out col Cologne, è riuscito a conservare la Prima Categoria al termine di una stagione complicatissima. L’altra grande gioia degli ultimi giorni. «Avremmo avuto mille motivi per mollare - confessa Rolfi -. Ci siamo guardati in faccia nello spogliatoio e abbiamo dimostrato di essere 20 uomini. Con noi allenatore e società, che non si sono mai tirati indietro». L’attaccante giallonero ha iniziato a giocare a calcio a Coccaglio, spostandosi poi per un paio di stagioni nel settore giovanile del Lumezzane. Di ritorno dalla Valgobbia le esperienze a Palazzolo, Romano e Cazzagobornato, prima di rientrare a Coccaglio e di trasferirsi dall’estate 2020 a San Pancrazio. Prossimi obiettivi? «Adesso ci sono le vacanze - sorride -. Scherzi a parte, mi piacerebbe riportare ai vertici il San Pancrazio, provando a conquistare il salto di categoria. La società è ambiziosa e non ci fa mancare nulla: pian piano è giusto alzare l’asticella». Nicola Rolfi fa sul serio: prima il podio del Pallone d’Argento, poi la rinascita del San Pancrazio. Il giovane attaccante bresciano ha le idee chiare sul suo futuro. M.Laf. © RIPRODUZIONE RISERVATA