null

«La vittoria della Prima per avvicinare il premio»

07 apr 2022
Francesco Scalvini (Cellatica) Francesco Scalvini (Cellatica)

La prima graduatoria parziale del Pallone d’Argento premia Francesco Scalvini: è il centrocampista d’inserimento e qualità del Cellatica il giocatore più votato al giro di boa di inizio aprile (2149 preferenze, alle quali vanno aggiunti i 300 punti extra per chi domina la settimana di votazioni). Una sorpresa? «Sicuramente fa piacere – replica il diretto interessato, lusingato dall’apprezzamento ricevuto in provincia in questo mese iniziale del premio targato Bresciaoggi –: sono cose che non capitano tutti i giorni. Penso sia un risultato figlio di una serie di circostanze: la squadra è prima in classifica e il sistema di gioco mi mette nelle condizioni perfette per fare bene. Potendomi esprimere al meglio è arrivata anche la ciliegina di questo bel risultato nel Pallone d’Argento». Effettivamente, al terzo anno con la maglia del Cellatica, Scalvini pare aver trovato la propria dimensione ideale: ha già girovagato parecchio in provincia, tra Rigamonti Castegnato, Saiano e Prevalle, dove ha raggiunto il miglior risultato in carriera al termine dell’annata 2018/19 vincendo il campionato di Promozione. Al crepuscolo di quell'estate ha scelto di rimettersi in gioco scendendo in Prima categoria per sposare il progetto dell’ambizioso Cellatica: due anni a metà a causa del Covid e, al terzo tentativo, una stagione da grande protagonista. I gialloblù di Guido Bertoni si stanno infatti giocando il primo posto insieme al Lodrino: ora le due squadre sono appaiate in vetta nel girone G: «Per forza di cose credo che si deciderà tutto all’ultimo minuto dell’ultima giornata – analizza Scalvini con grande motivazione –: rispetto al girone d’andata il ritmo di entrambe le squadre è un po’ calato, ma è comprensibile perché sul finale di stagione si sente la stanchezza e le avversarie prendono qualche contromisura in più. La speranza è quella di riuscire a vincere il campionato, ma in alternativa è molto importante allargare la forbice sulla terza per saltare in ogni caso i playoff». Vincere il campionato di Prima con il Cellatica può dargli una spinta verso l'alto nella corsa verso il Pallone d’Argento? «Aiuterebbe di sicuro – replica con convinzione Scalvini –: la nostra forza però è il gruppo. Credo che idealmente tutti i miei compagni dovrebbero essere i più votati in questo premio assieme a me: l’unione fa la forza». In vetta, al momento, c'è però con merito proprio lui. M.L. © RIPRODUZIONE RISERVATA