null
di Anna Castoldi

Girelli, da Perla del Calcio a regina d’Italia

LA PROTAGONISTA 22 mar 2022
Cristiana Girelli sfoggia orgogliosa i premi Aic riservati alla miglior calciatrice del campionato italiano FOTO/AicLa campionessa di Nuvolera insieme a Cristiano Ronaldo lo scorso annoCristiana Girelli con la Perla del Calcio conquistata nel 2016 Cristiana Girelli sfoggia orgogliosa i premi Aic riservati alla miglior calciatrice del campionato italiano FOTO/AicLa campionessa di Nuvolera insieme a Cristiano Ronaldo lo scorso annoCristiana Girelli con la Perla del Calcio conquistata nel 2016

La Perla per eccellenza, quella che splende più di tutte. Cristiana Girelli è stata incoronata dall’Aic migliore calciatrice dell’anno 2021, a fianco di Lukaku, vincitore nel maschile. La stella di Nuvolera riceve per il secondo anno consecutivo il prestigioso riconoscimento: un tributo alla classe, alla bravura e al carisma che fanno di Girelli la regina del calcio femminile italiano. «Essere votata Calciatrice dell’Anno per il secondo anno di fila è sicuramente un motivo di orgoglio - ha dichiarato -, ma sono ancora più felice per aver aiutato la mia squadra con le prestazioni, con i gol e con quello che abbiamo fatto insieme la scorsa stagione».

L’anno scorso Girelli si è scatenata: capocannoniere con 22 reti, media di un gol a partita, insieme alla Juve ha vinto il campionato con diverse giornate di anticipo, staccando il Milan di 15 punti. Quest’anno il suo ruolo si sta facendo sentire meno nei gol, ma è fondamentale per il carattere, l’intelligenza e l’esperienza: Girelli ne ha da vendere. Classe 1990, primi calci a Nuvolera, quasi subito la Serie A nel Bardolino e la consacrazione nel Brescia, con cui ha vinto due scudetti, due Coppe Italia e quattro Supercoppe. Nonché la Perla del calcio nel 2016: è stata la prima edizione della Perla in assoluto ed era inevitabile (destino?) che la vincesse lei.

Con Cristiana il Brescia è arrivato in Champions League, ma ancora non era tutto: esplorando un potenziale che sembra non esaurirsi mai, è cresciuta ancora nella Juventus, dove in tre anni non ha mai perso uno scudetto. Per non parlare della Nazionale: in maglia azzurra Girelli è esempio e punto di riferimento, con la bellezza di 52 reti in 86 presenze. Con lei le Azzurre non solo hanno toccato il punto più alto del calcio femminile in diversi anni, ma hanno anche sfondato un muro: dai Mondiali 2019 le calciatrici sono conosciute e ammirate in tutta Italia.

E per la Nazionale si sta avvicinando un altro appuntamento importantissimo, ci ricorda Girelli: «Mi aspetta un 2022 emozionante per la possibilità di disputare l’Europeo in Inghilterra». Per la competizione l’Italia si è qualificata un anno fa: Girelli è stata capocannoniere del girone, alla pari con la danese Nadia Nadim (9 reti a testa). Protagonista ancora una volta, pronta all’ennesima sfida: la prossima domani sera, in Champions League, contro il Lione. Girelli ci crede: «Testa, cuore e tutte le energie possibili a mercoledì».•. © RIPRODUZIONE RISERVATA