null
di Michele Laffranchi

Prevalle-Lume, stelle a confronto

ECCELLENZA 14 mar 2022
Una fase del derby giocato all’andata: il 21 novembre scorso al «Saleri» di Lumezzane i valgobbini si sono imposti con un netto 3-0 contro i biancorossiGol senza età con Saverio Guariniello, tra i leader del Prevalle di Fabio Valotti Una fase del derby giocato all’andata: il 21 novembre scorso al «Saleri» di Lumezzane i valgobbini si sono imposti con un netto 3-0 contro i biancorossiGol senza età con Saverio Guariniello, tra i leader del Prevalle di Fabio Valotti

Parata di stelle incompleta per lo scontro al vertice d’Eccellenza: a Prevalle i biancorossi, secondi in classifica, attendono la capolista Lumezzane per un big match che sarà vetrina da sfruttare anche per i candidati al Pallone d’Oro Bresciaoggi delle prime due del gruppo C. Purtroppo c'è qualche defezione di rango tra le nomination al premio aureo: il Prevalle del tecnico Fabio Valotti dovrà rinunciare al centrale difensivo Samuele Avanzi e all’esterno a tutta fascia Alessandro Roma, entrambi alle prese con qualche acciacco fisico. Il Lumezzane è invece per la seconda gara di fila privo delle ali del suo capitano Andrea Caracciolo: l’Airone è reduce da un infortunio alla gamba che l’ha costretto ad alzare bandiera bianca pure domenica scorsa contro la Governolese. Assenti di lusso a parte, sarà sfida da seguire con attenzione: la distanza in classifica è sì notevole (+16 per il Lumezzane, che in settimana ha ricevuto indietro anche i 3 punti inizialmente persi a tavolino col Vobarno dopo la vittoria del ricorso presentato alla corte d’appello territoriale della Figc), ma l’incrocio ad alta quota stuzzica entrambe, seppur per motivi diversi. I padroni di casa, vincenti domenica scorsa per 3-1 a Vobarno, hanno l’occasione di consolidare il secondo posto in classifica (momentaneamente viaggiano a +4 su Atletico Castegnato, Rovato e Valcalepio), mentre la regina valgobbina è alla ricerca di un successo che ammazzi anche matematicamente la corsa al titolo di Eccellenza e faccia dimenticare le ultime due uscite un po’ zoppicanti (sconfitta a Orzinuovi e pareggio interno col fanalino di coda Governolese). Per il Prevalle è pure l’occasione di vendicare lo 0-3 a senso unico dell’andata al «Saleri»: «È un passaggio importante, anche se come accade ormai da qualche turno ci troviamo ad affrontarlo non al completo – commenta Corrado Danieli, direttore sportivo dei biancorossi –: la vittoria di Vobarno è stata fondamentale e ci ha restituito fiducia dopo le prime settimane dell’anno in cui abbiamo pagato lo scotto di Covid e protocolli da seguire per rientrare in forma». C’è un secondo posto da consolidare: «Non sarà semplice – prosegue Danieli –: dietro stanno risalendo alla grande Atletico Castegnato e Valcalepio, col Rovato che resta avversario ostico. Penso che nella volata finale conteranno parecchio anche condizione fisica ed eventuali infortuni». Sponda Lumezzane, Arnaldo Franzini torna sul passo falso a domicilio con la Governolese (1-1): «C’è mancata continuità nell’arco della gara, soprattutto all’inizio del secondo tempo – sostiene il tecnico dei rossoblù ricordando la precedente sfida contro i mantovani –: non l’abbiamo chiusa e siamo stati puniti dall'unico tiro in porta concesso». La condizione fisica è però in crescendo: «Abbiamo lavorato sui meccanismi che ultimamente erano venuti meno – spiega Franzini alla vigilia dello scontro al vertice –: la squadra ha risposto bene e credo farà un’ottima partita quest’oggi». Citati gli assenti eccellenti in ottica Pallone d’Oro (Avanzi e Roma da una parte, Caracciolo dall’altra), è altrettanto giusto evidenziare i presenti nella corsa al premio di Bresciaoggi: chiave di volta della sfida potrà essere l’incrocio tra due dei registi più esperti della categoria, Christian Zanola fra i biancorossi e Simone Pesce tra i rossoblù. Valotti potrebbe replicare il 4-4-2 di Vobarno, consegnando a Guariniello le chiavi del reparto offensivo, mentre nel 4-3-3 di Franzini agirà da ala destra il vincitore del Pallone d’Oro 2014 Stefano Franchi: tra gli ospiti out anche Tognoni (lungodegente) e Papa Dadson (squalificato). Prima contro seconda: l’Eccellenza cala gli assi. Qualità al potere.•. © RIPRODUZIONE RISERVATA