null
di Vincenzo Corbetta

E i palloni tornano alla formula tradizionale dopo l'edizione speciale del 2021

04 mar 2022
I tre premiati del 2021: da sinistra Toni Scotti (Premio alla carriera), Elena Gervasi (Perla del calcio) e Mattia Zugno (Miglior giovane) I tre premiati del 2021: da sinistra Toni Scotti (Premio alla carriera), Elena Gervasi (Perla del calcio) e Mattia Zugno (Miglior giovane)

E dopo un anno di stop, riecco il Pallone d'Oro di Bresciaoggi nella sua formula tradizionale: i tre premi maschili (oro, Argento e Bronzo) e la Perla del calcio. 

Il primo tagliando, in edicola con il giornale di ieri, ha mosso le acque e riacceso il motore della passione per un appuntamento ormai irrinunciabile per il calcio dilettantistico bresciano. 

Lo scorso anno, a causa della pandemia, con il fermo di tutti i campionati si era dovuto procedere diversamente. 

Bresciaoggi nel 2021 aveva promosso il premio Next Generation per la promessa, andato a Mattia Zugno del Lumezzane; riproposto il riconoscimento alla carriera, che aveva premiato Tony Scotti, bomber di vaglia degli anni '80-90 mantenendo solo la Perla del calcio femminile, assegnato a Elena Gervasi del Cortefranca. 

La corsa 2022 è iniziata ieri e prosegue: ogni giorno, sul giornale in edicola, la scheda da un punto per votare le 300 tra calciatori e calciatrici, in attesa dei tagliandi speciali. Per il Pallone d'Oro corrono in 70, giocatori provenienti dalle squadre bresciane di Serie D ed Eccellenza. Il Pallone d'Argento è invece riservato a 100 dilettanti che giocano tra Promozione e Prima categoria mentre al Bronzo ambiscono 100 ragazzi di Seconda e Terza.

La Perla del Calcio è stata potenziata: la rosa è di 30 candidate.  È il numero più alto di sempre, un allargamento dovuto per un microcosmo che sta vivendo una grande espansione sia a livello di giocatrici che di pubblico

Si apre quindi la fase  dedicata al voto dei lettori. Il pubblico ha l'onore-onere di scegliere i migliori calciatori e le migliori calciatrici con l'obiettivo di sostenerli sino alla finalissima, quando una giuria composta da esperti completerà la parte di sua competenza e concorrerà alla quadruplice incoronazione.

Per le prime tre settimane il voto sarà libero, cioè svincolato da qualsiasi taglio. Poi verranno introdotte delle eliminazioni in itinere per Oro, Argento e Bronzo, che scenderanno da 70, 100 e 100 pretendenti fino ai 12 finalisti. Nessun taglio, invece, per le aspiranti Perle, che rimarranno 30 dall'inizio alla fine.